Introduzione alle agevolazioni fiscali

PROROGATE A TUTTO IL 2017 LE DETRAZIONI DEL 50% E DEL 65% - INTRODOTTE DETRAZIONI FINO AL 75% PER LAVORI DI AMPIA PORTATA SU CONDOMINI

Questa breve introduzione alle agevolazioni fiscali è rivolta a tutti coloro che si apprestano a effettuare interventi sugli impianti di casa o a sostituire la propria caldaia, ma può essere una traccia utile anche per altri lavori sulle vostre abitazioni.

Se avete un po' più di tempo vi consiglio comunque di sedervi comodamente su un divano e leggere le guide dell'Agenzia delle Entrate che trovate nella sezione Schede Tecniche e Documenti a sinistra di questa pagina. Oltre alla triste conferma che la nostra burocrazia rimane medievale e farraginosa, potreste scoprire con piacere che oggi l'Agenzia delle Entrate si impegna a spiegare e chiarire gli arcani meccanismi della nostra fiscalità in maniera discretamente trasparente. Ricordate che venditori e installatori tendono ad essere molto prodighi nell'applicazione delle agevolazioni, ma difficilmente potranno essere ritenuti responsabili dell'esito di eventuali controlli fiscali che potrebbero arrivare anche diversi anni dopo la conclusione dei lavori.
Se durante la lettura il sonno o il nervosismo dovessero avere la meglio potrete sempre cliccare sulla pagina Contatti e chiedere informazioni direttamente ai nostri tecnici.

Detrazione fiscale per interventi di ristrutturazione edilizia (50%)

Riferimento: Guida alle Agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia dell'Agenzia delle Entrate

Validità e limiti

- 50% con limite di spesa di 96.000 euro per spese sostenute fino al 31 dicembre 2017
- 36% con limite di spesa di 48.000 euro dal 1 gennaio 2018
La detrazione verrà applicata all'IRPEF in 10 rate annuali.

Destinatari

La detrazione è rivolta a soggetti privati, proprietari o inquilini di immobili ad uso abitativo (case singole o condomini) nonché ai familiari conviventi.
ATTENZIONE: trattandosi di una detrazione sull'IRPEF l'agevolazione viene persa nel caso in cui, per qualsiasi ragione, non dobbiate pagare IRPEF, ad esempio se avete un reddito molto basso o state già usufruendo di altre detrazioni che abbattono l'IRPEF dovuta.

Interventi agevolati

Sono agevolabili tutte le spese sostenute per gli interventi elencati alle lettere b), c) e d) dell’articolo 3 del Dpr 380/2001 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia) ovvero inerenti interventi di manutenzione straordinaria, opere di restauro e risanamento conservativo, lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unità immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale, anche rurali e sulle loro pertinenze.

- Ristrutturazione edilizia
- Sostituzione di caldaia con innovazioni (es. sostituzione di caldaia tradizionale con caldaia a condensazione anche senza l’installazione di valvole termostatiche)
- Sostituzione di caloriferi e condizionatori con altri anche di diverso tipo
- Realizzazione di nuovo impianto termico o idraulico
- Nuova installazione o sostituzione di infissi esterni
- Rifacimento del bagno

Nota: la Circolare del Ministero delle Finanze n. 57/E del 1998 chiarisce che gli interventi volti al risparmio energetico quali la sostituzione di caldaia sono agevolati anche in assenza di opere edilizie propriamente dette. L'elenco degli interventi volti al risparmio energetico si trova all'art. 1 del Decreto Ministeriale del 15 febbraio 1992.

Per l'elenco esaustivo riferitevi alla Guida dell'Agenzia delle Entrate.

Come usufruire dell'agevolazione

- Predisporre tutte le pratiche comunali inerenti l'intervento da effettuare. Per verificare la tipologia di pratica si consiglia di riferirsi direttamente allo Sportello Unico per l'Edilizia della propria città.
- Richiedete fattura dettagliata con indicazione dei codici fiscali di tutti i beneficiari della detrazione.
- Pagate con bonifico bancario specifico indicando i codici fiscali di tutti i beneficiari della detrazione, la causale dell'operazione con riferimento alla fattura, la partita iva del soggetto a favore del quale viene effettuato il bonifico. Non è sufficiente un bonifico generico con tutte le indicazioni richieste e, in caso di errore, è molto complicato stornare il denaro versato. Se avete dei dubbi è quindi preferibile evitare il bonifico online e recarsi direttamente in banca dove il personale vi potrà aiutare.
ATTENZIONE: nell'effettuare il bonifico non confondete la detrazione per ristrutturazione con quella per il risparmio energetico.
- Presentate tutti i documenti (fatture e bonifici) nonché i dati catastali dell'immobile al Commercialista o al CAF che dovrà indicare l’accesso all’agevolazione nella vostra dichiarazione dei redditi.

Cosa conservare per eventuali controlli fiscali

- Fatture e relativi bonifici
- Documenti dell'impianto anche se l’impianto dovesse essere successivamente smantellato o dismesso

Detrazione fiscale per il risparmio energetico (65%)

Riferimento: Guida alle Agevolazioni fiscali per risparmio energetico dell'Agenzia delle Entrate

Validità e limiti

- 65% per spese sostenute fino al 31 dicembre 2017
- dal 1 gennaio 2018 la detrazione sarà sostituita con la detrazione per ristrutturazioni edilizie
Le scadenze sono diverse per le parti comuni dei condomini.
La detrazione verrà applicata all'IRPEF (o all'IRES per le ditte) in 10 rate annuali.

Destinatari

La detrazione è rivolta a soggetti privati e ditte, proprietari o inquilini di immobili ad uso abitativo (case singole o condomini) o strumentale nonché ai familiari conviventi dei proprietari. L'immobile deve essere già dotato di un sistema di riscaldamento.
ATTENZIONE: trattandosi di una detrazione sull'IRPEF l'agevolazione viene persa nel caso in cui, per qualsiasi ragione, non dobbiate pagare IRPEF, ad esempio se avete un reddito molto basso o state già usufruendo di altre detrazioni che abbattono l'IRPEF dovuta.

Interventi agevolati

- Tutti gli interventi di riqualificazione energetica di edifici esistenti purché raggiungano determinati paramentri prestazionali che trovate sulla Guida dell’Agenzia delle Entrate
- Sostituzione di serramenti
- Realizzazione di isolamento a cappotto o altro tipo di isolamento delle pareti
- Realizzazione di isolamento di tetti e sottotetti
- Installazione di pannelli solari termici (purchè garantiti almeno 5 anni dal costruttore) su edifici esistenti
- Sostituzione di caldaie tradizionali con caldaie a condensazione o pompe di calore e contestuale installazione di sistema di riscaldamento a pavimento o parete o installazione di valvole termostatiche a bassa inerzia termica

Per l'elenco esaustivo riferitevi alla Guida dell'Agenzia delle Entrate.

Come usufruire dell'agevolazione

- Richiedete fattura dettagliata con indicazione dei codici fiscali di tutti i beneficiari della detrazione.
- Pagate con bonifico bancario specifico indicando i codici fiscali di tutti i beneficiari della detrazione, la causale dell'operazione con riferimento alla fattura, la partita iva del soggetto a favore del quale viene effettuato il bonifico. Non è sufficiente un bonifico generico con tutte le indicazioni richieste e, in caso di errore, è molto complicato stornare il denaro versato. Se avete dei dubbi è quindi preferibile evitare il bonifico online e recarsi direttamente in banca dove il personale vi potrà aiutare.
ATTENZIONE: nell'effettuare il bonifico non confondete la detrazione per ristrutturazione con quella per il risparmio energetico.
- Aquisite la certificazione necessaria che, oltre alla normale conformità degli impianti realizzati, deve comprendere l'Asseverazione, l'Attestato di Certificazione Energetica e la Scheda Informativa dell'intervento. Per la sostituzione delle caldaie di piccola potenza è sufficiente la Scheda Informativa e una Certificazione del Produttore.
- Entro 90 giorni dal termine dei lavori dovrà essere trasmettessa per via telematica tutta la documentazione all'ENEA.
- Presentate tutti i documenti (fatture e bonifici) nonché i dati catastali dell'immobile al Commercialista o al CAF che compilerà la vostra dichiarazione dei redditi.

Cosa conservare per eventuali controlli fiscali

- Fatture e relativi bonifici
- Documenti dell'impianto anche se l’impianto dovesse essere successivamente smantellato o dismesso
- Documentazione di invio all'ENEA contenente il codice di invio telematico (CPID)

Iva ridotta al 10% per manutenzioni ordinarie e straordinarie

Riferimento: Guida alle Agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia dell'Agenzia delle Entrate

L’IVA ridotta per manutenzioni ordinarie e straordinarie si applica in caso di prestazione di servizi su immobili residenziali. Non è applicabile al semplice acquisto di materiali, quindi non può essere applicata in caso di acquisto di una caldaia senza installazione.
Inoltre per una serie di prodotti definiti “beni significativi” l’aliquota agevolata del 10% si applica solo sulla differenza tra il valore complessivo della prestazione e quello dei beni stessi.

I beni significativi sono:
- ascensori e montacarichi;
- infissi esterni e interni;
- caldaie;
- video citofoni;
- apparecchiature di condizionamento e riciclo dell’aria;
- sanitari e rubinetteria da bagni;
- impianti di sicurezza.
Di conseguenza in caso di sostituzione di una caldaia potrebbe non essere possibile applicare l’IVA agevolato sull’intero importo della prestazione.

Nota: la Risoluzione dell'Agenzia delle Entrate n. 15/E del 2013 chiarisce che l'IVA agevolata è applicabile alla manutenzione periodica delle caldaie.

Come usufruire dell’agevolazione

E’ sufficiente richiedere l’applicazione dell’aliquota IVA ridotta al fornitore il quale vi farà firmare un modulo di richiesta in cui dichiarerete che l’immobile su cui vengono eseguite le manutenzioni è ad uso residenziale.

Iva ridotta al 10% per ristrutturazioni edilizie

Riferimento: Guida alle Agevolazioni fiscali per ristrutturazione edilizia dell'Agenzia delle Entrate

In caso di ristrutturazione l’IVA ridotta è applicabile a tutti i beni e i servizi, anche alla sola fornitura di prodotti finiti. L’acquisto di una caldaia o di un condizionatore potrà pertanto usufruire dell’IVA al 10%.
ATTENZIONE: i prezzi indicati nella sezione Outlet di questo sito sono comprensivi di IVA ad aliquota ordinaria (22%). Per l’applicazione dell’aliquota ridotta contattare la nostra segreteria amministrativa.

Come usufruire dell’agevolazione

- Verificate che sia stata aperta una pratica edilizia per restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione (articolo 3, lettere c oppure d del Testo Unico dell’Edilizia).
- Richiedere l’applicazione dell’aliquota IVA ridotta al fornitore il quale vi farà firmare un modulo di richiesta in cui dichiarerete che l’intervento rientra nell’articolo 3, lettere c oppure d del Testo Unico dell’Edilizia.

Iva ridotta al 10% per impianti solari

Riferimento: D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633 e successive modificazioni ed integrazioni

L’IVA ridotta si applica a tutti gli impianti solari termici per la produzione di acqua calda sanitaria e per l'integrazione del riscaldamento e agli impianti solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica.

Come usufruire dell’agevolazione

Per usufruire di questa agevolazione non è richiesto alcun adempimento particolare.

 

di Marco Cauda

Detrazioni 65% e 50%

Schede Tecniche e Documenti

Tag

Clicca su una dei tag qui sotto che caratterizzano Introduzione alle agevolazioni fiscali per trovare informazioni e prodotti con questa caratteristica.

Prodotti simili

  • Zehnder - Comfosystem
    Zehnder – Comfosystem

    SISTEMA DI VENTILAZIONE CON RECUPERATORE DI CALORE
    Il sistema di ventilazione Ze ...

  • Toshiba - Super Daiseikai 8 - Condizionatore
    Toshiba – Super Daiseikai 8 –...

    CONDIZIONATORE MONOSPLIT AD ALTA EFFICIENZA
    La gamma Super Daiseikai 8 continua ...

  • Honeywell - TheraPro - Ambientazione
    Honeywell – TheraPro HR90

    VALVOLE TERMOSTATICHE ELETTRONICHE DA RADIATORE
    TheraPro rappresenta un nuovo s ...

  • Honeywell - Evohome - Cronotermostato centralizzato
    Honeywell Evohome

    Cronotermostato centralizzato
    Evohome è il sistema di controllo centralizzato d ...

  • Viessmann - Garanzia 5 Plus
    Garanzia 5 Plus

    Garanzia 5 Plus: con Viessmann la tranquillità è inclusa nel prezzo!
    Garanzia ...

  • Toshiba - Akita EVO II
    Toshiba – Akita Evo II – Con...

    CONDIZIONATORE INVERTER HI-WALL
    Akita Evo II è un condizionatore monosplit ad ...

  • Viessmann - Vitotrol 200
    Viessmann – Vitotrol 200

    TELECOMANDO CON FUNZIONE CRONOTERMOSTATO
    I telecomandi del nuovo programma di re ...

  • Viessmann - Vitotrol App
    Viessmann – Vitocom 100 e Vitotrol...

    MODULO DI COMUNICAZIONE E APP PER ANDROID E IOS
    Il modulo di controllo Vitocom 1 ...

  • Viessmann - Addolcitori VS
    Viessmann – Addolcitori autoadatta...

    ADDOLCITORI PROFESSIONALI SERIE VS
    L’acqua utilizzata per uso potabile, sanita ...

  • Viessmann - Vitosol 200-T
    Viessmann – Vitosol 200-T

    COLLETTORE SOLARE A TUBI SOTTOVUOTO HEAT-PIPE
    I collettori solari Vitosol 200-T ...

Guide a Tema

  • Honeywell - Thera - Valvola termostatica
    Valvole termostatiche – Regolare l...

    La regolazione della temperatura ambiente in presenza di valvole termostatiche  ...

  • Comignoli
    Scarico fumi al tetto o in facciata?

    Chiariamo subito che lo scarico corretto dei fumi è sempre e solo al di sopra d ...

  • Lavaggio impianti
    Lavaggio e protezione degli impianti di ...

    Tutti gli impianti di riscaldamento sono soggetti a fenomeni di corrosione e inc ...

  • Detrazioni 65% e 50%
    Introduzione alle agevolazioni fiscali

    PROROGATE A TUTTO IL 2017 LE DETRAZIONI DEL 50% E DEL 65% - INTRODOTTE DETRAZION ...